Come calcolare la superficie commerciale di un immobile


Data: 07/02/2019

CALCOLARE LA SUPERFICIE COMMERCIALE DI UN IMMOBILE

La superficie commerciale è la somma della superficie lorda dell’immobile, della superficie delle aree esterne (balconi, terrazze, lastrici solari di proprietà esclusiva, giardini, posti auto), delle pertinenze (cantine, soffitte, box auto) calcolate secondo i parametri e i coefficienti indicati in questo articolo.
Rappresenta il parametro a cui si devono attenere gli operatori immobiliari per le valutazioni patrimoniali, viene espresso in mq. e indicato in tutti gli annunci di vendita immobiliari.

Di seguito le tabelle riepilogative del sistema di calcolo della “superficie commerciale”, redatte secondo il Codice delle Valutazioni Immobiliari (edito da Agenzia delle entrate):


SUPERFICI PRINCIPALI

  • Superficie utile netta calpestabile (incidenza del 100%)
  • Muri perimetrali (incidenza del 100 %). Fino allo spessore max di 50 cm
  • Muri perimetrali in comunione (incidenza del 50 %). Fino allo spessore max di 25 cm
  • Mansarde (incidenza del 75 %). Altezza media minima mt. 2,40
  • Sottotetti non abitabili, mansarda, (incidenza del 35 %). Altezza media minima inferiore a mt. 2,40 ed altezza minima di mt. 1,50
  • Soppalchi abitabili con finiture analoghe ai vani principali, (incidenza del 80 %). Altezza media minima mt.2,40
  • Soppalchi non abitabili (incidenza del 15 %)
  • Verande, con finiture analoghe ai vani principali, (incidenza del 80 %)
  • Verande, senza finiture analoghe ai vani principali, (incidenza del 60 %)
  • Taverne, senza finiture analoghe ai vani principali, (incidenza del 60 %). Altezza media minima mt. 2,40

 

PRECISAZIONI

Per uil calcolo della superficie commerciale non potendo provvedere ad uno specifico rilievo, con molta approssimazione e limitamente alle abitazioni, si potranno quindi considerare le murature (interne/esterne/comuni) uguali ad una maggiorazione della superficie utile netta pari al 10%

 

SUPERFICI DI ORNAMENTO

  • Balconi e lastrici solari (incidenza del 25%). Applicabile fino a 25 mq., l’eccedenza va calcolata al 10%
  • Terrazzi e logge (incidenza del 35 %). Applicabile fino a 25 mq., l’eccedenza va calcolata al 10%
  • Terrazzi di attici (a tasca) (incidenza del 40 %). Applicabile fino a 25 mq., l’eccedenza va calcolata al 10%
  • Corti e cortili (incidenza del 10 %). Applicabile fino a 25 mq., l’eccedenza va calcolata al 2%
  • Portici e Patii (incidenza del 35 %). Applicabile fino a 25 mq., l’eccedenza va calcolata al 10%
  • Giardini e aree di pertinenza di un “appartamento” (incidenza del 15 %). Applicabile fino a 25 mq., l’eccedenza va calcolata al 5%
  • Giardini e aree di pertinenza di  “ville o villini”  (incidenza del 10 %). Applicabile fino a 25 mq., l’eccedenza va calcolata al 2%

 

PRECISAZIONI


 Per le superfici non comunicanti con i varni principali considerare il 50% dell’incidenza

 

SUPERFICI VANI ACCESSORI E PARCHEGGI

  • Cantine, Soffitte e locali accessori, non collegati a dei vani principali, (incidenza del 20%). Altezza minima di mt. 1,50
  • Locali accessori, collegati ai dei vani principali, (incidenza del 35%). Altezza minima 2,40
  • Locali tecnici (incidenza del 15%). Altezza minima di mt. 1,50
  • Box, in autorimessa collettiva, (incidenza del 45%)
  • Box, non collegato ai vani principali, (incidenza del 50%)
  • Box, collegato ai vani principali, (incidenza del 60%)
  • Posti auto coperti, in autorimessa collettiva, (incidenza del 35%)
  • Posti auto scoperti, (incidenza del  20%). Dimensioni tipo di posto auto mt. 2,50 x 5,00 = 12,50 mq.
!
Usando questo sito si accetta l'utilizzo dei cookie per analisi di terze parti. Ulteriori informazioni | Accetto